Connettiti con noi

Hanno Detto

Sampsted: “Il 6-1 è stato uno choc per la Roma. Giovedì sarà una grande sfida”

Pubblicato

su

Il terzino del Bodo Glimt, Alfons Sampsted ha rilasciato un’intervista a serieanews.com in vista del prossimo incontro di Conference League contro la Roma. Il norvegese è tornato a parlare anche dell’ultima volta che i giallorossi sono andati a giocare a Bodo, perdendo 6-1. Queste le parole di Sampsted.

Sul modo in cui gioca il Bodo Glimt:
“Sì, credo che il modo in cui giochiamo sia molto efficace ed è possibile che altre squadre giochino come facciamo noi. Ma il duro lavoro e la dedizione sono ciò che serve per arrivarci”.

Come sarà sfidare nuovamente la Roma:
“Sarà sicuramente interessante giocare ancora contro la Roma, ed è anche una grande sfida cercare di ricreare la prestazione che abbiamo fatto contro di loro l’ultima volta che abbiamo giocato a Bodo. Ma dobbiamo credere nel nostro sistema e abilità e fare il nostro gioco”.

Su Mourinho:
“Mi piace, mi è sempre piaciuto guardarlo già quand’ero piccolo. Sono un tifoso del Chelsea in Inghilterra e mi è piaciuto molto mentre li allenava”.

Sul precedente 6-1 inflitto ai giallorossi:
“Difficile a dirsi, ho visto i loro giocatori frustrati e sono andati dai loro tifosi per scusarsi, immagino. Ma onestamente ero principalmente concentrato sul godermi la nostra vittoria e festeggiare con i miei compagni di squadra e i miei fan. Ma suppongo che sia stato un grande shock per loro, si aspettavano sicuramente un risultato diverso prima del match”.

La passione per il Napoli:
“Sì, ero in vacanza con i miei genitori in Italia e abbiamo passato un po’ di tempo a Napoli. Ricordo solo la prima volta che ho ricevuto quelle figurine dei giocatori, e ho preso Christian Maggio e ho pensato che fosse fantastico. Poi sono andato a vedere giocare il Napoli, non ricordo contro chi, ma da quel momento in poi sono stati la mia squadra in Italia”.

Sul possibile scudetto della squadra di Spalletti:
“Sono in una buona posizione e in buona forma in campionato, quindi si spera che raggiungano il Milan nei prossimi turni”.

Un sogno giocare in Serie A?:
“Giocare in Italia sarebbe un sogno, c’è qualcosa di molto attraente nell’atmosfera e nell’interesse per il calcio italiano che mi piace”.

Hai mai avuto contatti con una squadra di Serie A?:
“Non proprio, mi sono concentrato sul mio sviluppo al Bodø/Glimt e non sono stato bloccato nelle trattative con altri club. Ma se il club giusto arriva al momento giusto, chissà cosa potrebbe succedere”.

 

 

 

Romanews 24 – Editore e proprietario: Sportnet s.r.l. – PI 10057690017. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso alla A.S. Roma Il marchio Roma è di esclusiva proprietà della SOCCER S.A.S. DI BRAND MANAGEMENT S.R.L e della AS Roma