Connettiti con noi

News

La Roma si illude, il Bodo punisce: Mourinho sbaglia i cambi

Pubblicato

su

La Roma cade nuovamente ai piedi del Bodo e la squadra di Mourinho si gioca tutto nel match di ritorno che si disputerà giovedì prossimo all’Olimpico.

Corriere della Sera (L. Valdiserri) – Segno dei tempi che passano e non certo in meglio. L’incubo dei vecchi tifosi della Roma era il Liverpool, quello dei tifosi moderni è il Bodo Glimt. Per fortuna dei giallorossi la seconda trasferta stagionale in Norvegia, sopra il circolo polare artico, finisce ancora con una sconfitta, ma questa volta è 2-1 per il Bodo e non 6-1 come nello scorso ottobre. Tra una settimana c’è spazio per recuperare e andare in semifinale di Conference League ma servirà una Roma diversa.

La Roma nei minuti finali del primo tempo si è portata in vantaggio con una fantastica rete di Pellegrini — il dodicesimo stagionale — ma nella ripresa la compagine giallorossa è calata di schianto e, almeno per questa volta, le scelte di Mourinho sono state dannose. Il Bodo era rientrato in partita con un pizzico di fortuna (il tiro di Wembangomo è stato deviato da Salsted con il fondoschiena) e con una paperissima di Rui Patricio. Sull’1-1 Mou ha deciso per un doppio cambio: fuori Mkhitaryan (il migliore con Pellegrini) per Shomurodov e Zalewski per Vina.

Dai due nuovi ingressi sono arrivate grandine e tempesta. L’uruguaiano ha commesso un fallo evitabile, a un minuto dalla fine, che ha concesso al Bodo una punizione quasi dal fondo del campo, e poi ha deviato nella sua porta il colpo di testa di Vetlesen lasciato solo in piena area. È stato Shomurodov a non seguire l’avversario. Nel recupero, smarcato da Abraham in area avversaria, Vina ha calciato come peggio non si poteva il pallone del 2-2. Ora alla Roma resta un solo risultato per andare avanti: la vittoria.

Romanews 24 – Editore e proprietario: Sportnet s.r.l. – PI 10057690017. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso alla A.S. Roma Il marchio Roma è di esclusiva proprietà della SOCCER S.A.S. DI BRAND MANAGEMENT S.R.L e della AS Roma