Connettiti con noi

Esclusive

ESCLUSIVA – Giannini: ”Dybala operazione difficile, sarebbe la ciliegina sulla torta”

Pubblicato

su

L’ex capitano e leader della Roma negli anni 80-90, soprannominato ‘il principe’ dai suoi tifosi, ha rilasciato un’intervista in esclusiva al sito Calciostyle.it e Romanews24.net.

“Che emozioni ha provato dopo la vittoria in Conference League dei giallorossi dopo tanti anni?”

“L’emozione è tanta visto che sono passati tanti anni dall’ultimo trofeo vinto, finalmente un romano, Lorenzo Pellegrini, è riuscito ad alzare un trofeo con la maglia giallorossa. Da tifoso è stato ancora più emozionante, vedendo l’entusiasmo delle persone”.

“Possiamo considerarlo l’inizio di un ciclo per la Roma?”

“Lo spero, dopo tanti anni si sono accorti che investire porta i suoi frutti e porta ad ottenere dei risultati non solo da un punto di vista empatico con i tifosi ma anche da un punto di vista economico. La vittoria di un trofeo porta prestigio e blasone alla società.”

“Cosa ne pensa di Paulo Dybala, sarebbe entusiasta di un suo approdo ai giallorossi?”

“Sarei molto contento ma onestamente penso che sia un’operazione difficile, stiamo parlando di un giocatore fortissimo però penso che per prendere questi giocatori bisogna muoversi in anticipo. Sarebbe il giocatore ideale per fare coppia con Tammy Abraham.”

“Secondo lei cosa ha dato in più Mourinho a questa squadra?”

“Io credo che ad un certo punto della stagione Jose Mourinho ha rischiato, vedendo però l’obiettivo raggiunto forse è stata una strategia quella adottata dal Mister, è stato uno stratega, ha attaccato i giocatori nel momento più difficoltà, rendendoli allo stesso tempo più responsabili e una volta fatto tutto questo i giocatori hanno reagito alla grande, ottenendo ottimi risultati, creando una squadra sempre più unita.”

“Cosa ne pensa delle lacrime dell’ allenatore portoghese a fine partita, la hanno colpita?”

“Penso che sia un allenatore che ha capito che la piazza gli ha dato di più di quello che aspettava, si stava accorgendo che era entrato in empatia con la piazza e i tifosi e vedendo che gli obiettivi non erano in linea con quelli richiesti dai tifosi, a fine gara dopo averli raggiunti si è lasciato andare a uno sfogo liberatorio.”

“Cosa ne pensa di un’ eventuale cessione di Henrikh Mkhitaryan all’Inter?”

“Non saprei, è un gran giocatore che ha dato tanto alla Roma. Ogni professionista sceglie il percorso che vuole fare, in caso di cessione spero che arrivi un giocatore di qualità. Dybala, un nome citato precedentemente sarebbe la ciliegina sulla torta.”

“La Roma è alla ricerca di un regista, Douglas Luiz sarebbe il giocatore ideale?”

” Il nome di Douglas Luiz circola da un po’ di tempo in casa giallorossa, nonostante non lo abbia seguito tantissimo, Jose Mourinho ha fatto il suo nome e evidentemente lo ha fatto perchè lo conosce e perchè crede nelle sue qualità.”

” Che voto daresti alla stagione di Nicolo Zaniolo, lo terresti oppure lo scambieresti con Dybala?”

“A inizio stagione non è riuscito ad esprimersi al meglio, ricordiamoci che rientrava da un brutto infortunio. Dalla semifinale in poi è stato un giocatore determinante, ha messo la sua firma in molte partite importanti. è un giocatore che se sta bene è devastante. Su un’eventuale scambio con Dybala, non saprei, lascerei la scelta ai dirigenti.”

“Cosa ne pensa di Tammy Abraham, uno dei protagonisti di questa stagione?”

“È stata una sorpresa piacevole, è un giocatore difficile da marcare, ha grandi qualità tecniche, ha dimostrato di essere un grande giocatore dotato di grande personalità. Aveva un’eredità pesante da dover raccogliere, sostituire un giocatore come Edin Dzeko.”

“Quando rivedremo Giannini sotto le vesti di allenatore?”

“Quando ci sarà qualcuno che avrà la voglia e la personalità di chiamarmi, io non faccio una questione di categoria, servono dei dirigenti che abbiano fiducia in me”